RONDA FACITI RONDA: 15 agosto 2016, San Rocco di Torrepaduli. Performance itinerante per le piazze di Torrepaduli.

 

Ore 19:30 piazza d’Aragona

Incontro in piazzetta d’ Aragona (Torrepaduli) per una ronda spontanea di danza scherma e pizzica L’idea è quella di ricreare l’atmosfera della ronda che si andrà a costituire durante la notte dedicata al santo patrono delle ‘piaghe’, San Rocco: i migliori maestri di scherma salentina, all’anagrafe Barone Alfredo, Olivares Flavio, Barone Salvatore, Monaco Davide, Ciurlia Stefano, accompagnati dalla voce e dal tamburello di Francesco De Donatis, alias Kimbo, interpreteranno la mitica e unica danza dei coltelli di Torrepaduli. A coppia si avvicenderanno nella ronda, formata dalle centinaia di turisti e curiosi che invaderanno le strade e i vicoli di Torrepaduli. Per l’occasione, ogni strada che verrà percorsa dalla processione sarà allestita da immagini di repertorio della notte di San Rocco, quella autentica in cui avviene il rituale della scherma. La performance, che avrà lo scopo di accompagnare l’astante nel mondo ancestrale del rito, prevedrà l’incontro con la famiglia Rinaldi, di etnia rom, che da decenni si cimenta nel ballo della scherma durante la Notte di San Rocco.

In tal modo, durante lo spettacolo, si avrà la possibilità di vedere sia la scherma salentina autoctona che il ballo della scherma zingara: due facce della stessa moneta che per quanto simili mai si son dimostrate uguali; ognuna con le sue regole, il suo codice, la sua storia. La bellezza delle due scherme è che proprio in onore di San Rocco, per i suoi festeggiamenti, per chiedere la grazia, per una preghiera, per qualsiasi motivo intimo esso sia, s’incontrano producendo ormai da anni il più grande spettacolo spontaneo mai esistito dell’estate salentina.

I due gruppi daranno sfoggio della loro bravura nel ballo e nell’arte della scherma di coltello: non mancheranno colpi di scena e momenti mozzafiato.

Ore 20:30 piazza dei Carmelitani

A spettacolo ultimato e con l’aiuto d’immagini e video di repertorio proiettati alle spalle dei ballerini verrà spiegata la storia di questa danza unica nel suo genere, il ruolo della scherma nella notte di San Rocco, l’importanza del ‘maestro di ballo’, il rapporto uomo/donna nella pizzica pizzica e uomo/uomo nella danza scherma e gli spettatori potranno conoscere e cimentarsi con gli schermitori nei passi della danza scherma salentina.

Ore 21:30 vicolo vicinanze convento dei Carmelitani

Se in piazza d’ Aragona si è visto il susseguirsi di coppie zingare e autoctone nella ronda, in piazza dei Carmelitani, inizierà la sfida: la scherma salentina si misurerà con la scherma zingara: la bellezza del gesto atletico curato nell’estetica del danzatore salentino contro i movimenti sinuosi e ritmati del ballerino zingaro: sarà uno spettacolo nello spettacolo emozionante e fascinoso.

Ore 22:00 Piazza dei Carmelitani

Non potrebbe mancare la pizzica pizzica, ballo di corteggiamento sempre presente durante la notte di San Rocco, nelle ronde in seguito lasciate alla scherma.

Grazie alla voce di Francesco De Donatis verranno eseguiti oltre alla pizzica per la scherma, anche canti di galera e di fatica. Poi, si lascerà il passo agli stornelli.

Ore 23:00 circa

Dopodichè, attraverso una ronda itinerante, gli schermitori accompagneranno gli astanti lungo la strada che porterà al santuario di San Rocco, luogo deputato da secoli alla ronda di scherma.   

Qui, si attenderà fino al ritorno di San Rocco al santuario, e a conclusione dello spettacolo pirotecnico si formerà la ronda di scherma in onore di San Rocco.

Lascia un commento